Facciamo un passo avanti!

Molti di voi ce lo chiedono da più di due anni. Beh, abbiamo buone notizie per voi: sta arrivando! Chi? Che cosa? Il cronografo! Finalmente!!

Nonostante questi tempi (molto) strani, è con grande gioia che lanciamo il nuovo progetto Chrono, perché creare un cronografo non è certo facile come bere un bicchier d’acqua… Si tratta di uno dei movimenti più intricati che esistano: tra tourbillon e ripetizione minuti, rappresenta l’emblema delle complicazioni specialistiche. Ma prima di andare al cuore della questione, scopriamo cos’è esattamente un movimento cronografico e qual è la sua storia.

Cos’è un cronografo?

Non bisogna confondere il cronometro con il cronografo.
Un cronometro è un dispositivo di misurazione del tempo estremamente preciso, progettato per indicare l’ora in modo impeccabile. A seconda dei criteri definiti, viene certificato dall’Istituto svizzero ufficiale di controllo dei cronometri (COSC).
Il cronografo è un dispositivo di misurazione del tempo che può essere avviato e arrestato per misurare un intervallo di tempo, e poi azzerato.

Un po’ di storia

Sul finire del XVII secolo, il maestro orologiaio ginevrino Jean Moïse Pouzait inventò i primi orologi in grado di indicare la durata di un’osservazione. Poi, per tutto il XVIII secolo, gli orologiai francesi e svizzeri si sfidarono in una gara di tecnica e di creatività per realizzare il primo cronografo (contatore in grado di segnare i sessantesimi di secondo, sistema a lancetta inchiostrante con quadrante, doppia lancetta dei secondi, invenzione della camma per l’azzeramento, pulsante di avvio). Dal 1860, la produzione di cronografi si diffonde in tutta la Svizzera (a Ginevra e nella Vallée de Joux).

1913: in Svizzera vengono progettati i primi orologi da polso. Verso la fine degli anni Sessanta, parte la corsa per realizzare il primo movimento automatico cronografico: nasce il famoso Calibro 11 (noto anche come Chronomatic). I movimenti cronografici continuarono ad aprire nuovi orizzonti sia dal punto di vista tecnico che estetico, sebbene fossero pochi i produttori in grado di produrli autonomamente. Il loro utilizzo nell’automobilismo, nel motociclismo e nell’atletica leggera ha portato questi movimenti a diventare delle vere e proprie icone.

Complicazioni di alto livello

Come ben sanno gli appassionati, il cronografo è uno dei movimenti per orologi più complessi. Viene classificato come una “grande complicazione”, il che lo pone sullo stesso piano tecnico del tourbillon e del calendario perpetuo. La sua realizzazione è molto più impegnativa di quanto non possa sembrare, per non parlare del fatto che esistono diverse complicazioni cronografiche:

  1. Cronografo “Flyback“: un nuovo intervallo di tempo può iniziare mentre il primo è ancora attivo
  2. Cronografo “Rattrapante“: una seconda lancetta misura i tempi intermedi, poi “cattura” istantaneamente la lancetta principale del cronografo
  3. Cronografo “Concentrico“: con un solo quadrante, consente di avere una visualizzazione più “intuitiva” dell’intervallo di tempo misurato

Camma o ruota a colonne?

  • Con una ruota a colonne, è la ruota ad essere il centro di comando del meccanismo d’attivazione, disattivazione e reset della misurazione.
  • Con lo smistamento a camme e leva, l’insieme di bilancieri, martelletti e altre leve si muove per mezzo di una camma, la quale non gira, bensì sposta il meccanismo avanti e indietro, agendo come una spoletta.

Da un punto di vista prettamente tecnico, entrambe le soluzioni sono valide.

Quale movimento meccanico è più adatto al nostro cronografo?

Oggi più che mai, l’orologeria svizzera vive tempi duri, per molteplici ragioni:

  • la contrazione delle vendite degli orologi di fascia bassa e media, a favore delle marche di alta orologeria e dei marchi di lusso
  • il boom degli smart watch
  • la difficoltà a far presa sulle nuove generazioni
  • le conseguenze del COVID-19

Questa esperienza secolare ha grande bisogno di sostegno. Per questo motivo, vogliamo intervenire e sostenerla attivamente, integrando un movimento svizzero nella cassa del nostro cronografo.

A questo punto, bisogna porsi una domanda: movimento meccanico prodotto in serie o movimento personalizzato CODE41? Diamo un’occhiata più da vicino ai pro e ai contro di entrambi, e poi potrete esprimere il vostro voto:

Movimento meccanico svizzero prodotto in serie

Pro: prezzo interessante, circa 300 CHF / 280 EUR per movimento, con un prezzo dell’intero orologio che si aggirerebbe sui 1700 CHF / 1615 EUR.

Contro: movimenti prodotti in serie, che è possibile ritrovare in orologi di molte altre marche.

  • 960

Movimento meccanico svizzero personalizzato CODE41 (la nostra modalità preferita)

Pro: fabbricazione del movimento in esclusiva per CODE41, possibilità di seguire dietro le quinte l’avanzamento dello sviluppo del movimento presso il produttore svizzero, possibilità di integrare elementi aggiuntivi esclusivi come la massa periferica.

Contro: prezzo elevato, circa 550 CHF / 520 EUR per movimento, con un prezzo al dettaglio dell’intero orologio di circa 2600 CHF / 2470 EUR.

  • 3914

Qualche suggerimento in più?

Condividete con noi le vostre idee attraverso i commenti, sia riguardo l’aspetto tecnico, sia quello estetico o quello ergonomico. Noi leggiamo tutto!

Calendario del progetto:

CAPITOLO 2, 1 LUG.
Presentazione dei progetti iniziali
CAPITOLO 3, 19 AGO.
Stato d'avanzamento dello sviluppo del progetto
CAPITOLO 4, 16 SET.
Ricerca del colore - avvio della fase di prototipazione
CAPITOLO 6, 7 OTT.
Dettagli finali e preparazione della collezione
CAPITOLO 7, 25 NOV.
Consegna dei prototipi
CAPITOLO 8, 27 GEN.
Avvio della fase di prevendita

Iscrivetevi per accedere in esclusiva al prossimo capitolo del progetto CHRONO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Filtra commenti:
Tutti (994)
Francese (493)
Inglese (167)
Italiano (76)
Olandese (40)
Tedesco (218)

  1. janet.burrage@hotmail.com dice:

    as iam bang into watches/I think its a blinding way to go?you should go down the road of a nice army watch/ive smiths one from the late 40,s iwc I think,iam going to grab one of your £800 watches and see what their all about.by the way iam martin,just use my old lady,s email,nice one,martin

  2. Romain dice:

    Bonjour, j’espère que l’engouement manifesté par la communauté pour votre projet Chrono vous donne des ailes et que vous pourrez tenir compte des avis, des attentes et des goûts exprimés.
    J’ai déjà donné mes préférences, je n’y reviens pas, je vous envoie juste un message d’encouragement.
    En espérant que vous êtes motivés à nous présenter des choses qui sortent de l’ordinaire, dans la lignée de Code 41 et que vous nous solliciterez sur des options (techniques / esthétiques) pour nous permettent de participer encore un peu plus au projet. Hâte de recevoir un prochain mail de Claudio !! A bientôt

    • Valentine
      Valentine dice:

      Motivés est encore un mot trop faible 😉 Nous sommes heureux, enthousiastes, impatients, motivés, reconnaissants de votre soutien et nous réjouissons de vous montrer la suite 🙂

  3. Verdier Jonathan dice:

    Bonjour,
    Félicitations pour le projet, pour les projets, pour commencer =)
    Je dirais que ce qui rendrait cette montre parfaite est un cadran qui présente des reliefs, différents niveaux, mais tout en ayant une épaisseur contenue.
    Un verre bombé.
    Une lecture possible la nuit.
    Des matériaux résistants et inrayables.
    Et puis soyons fous, pourquoi ne pas avoir un témoin de la rotation de la masse sur le cadran =)

    Bon courage et merci pour cette approche “participative”

  4. perez alain dice:

    j’ai déjà une montre anomaly 01 dont je suis ravi , j’attend avec impatience la présentation des premiers designs du chrono, pour moi il doit avoir un look sportif, avec un design moderne

  5. Dietrich dice:

    Ich gehöre beim Uhrendesign eher der “form follows function”-Fraktion an, die möglichst gute Ablesbarkeit ist mir sehr wichtig. Denn auch wenn ich im Alltag nicht zwingend auf die Zeitanzeige meiner mechanischen Uhr angewiesen bin, sollte sie meiner Meinung nach trotzdem primär diese Funktion erfüllen. Denn das ist schliesslich ihr Zweck. Bei einem Chronographen favorisiere ich daher eher ein instrumentelles Design – kann mich aber auch der Faszination eines von oben sichtbaren Werkes nicht wirklich entziehen. Beides unter einen Hut zu bringen ist sicherlich eine sehr schwierige Herausforderung. Hier könnte z.B. ein von unten mit Ziffern und/oder Skalierung bedrucktes Glas eine schöne Lösung sein.

  6. Onofrio Sperandeo dice:

    I Vostri modelli, anche quelli in cui il meccanismo non è in vista, hanno un aspetto di freddezza glaciale. Siete assolutamente certi che ciò sia conforme ai gusti di tutti? Siete assolutamente certi che non avreste un numero maggiore di clienti se offriste anche modelli di aspetto meno freddo?